imagealt

Itinerario della memoria a Venezia tra pietre d’inciampo e testimonianze


All'Istituto Algarotti di Venezia la prima edizione del Concorso "I giovani nuovi testimoni della memoria" promosso dal Consiglio regionale e dall'Ufficio scolastico regionale



Gli studenti della VF dell’Istituto tecnico turistico Francesco Algarotti di Venezia con il video “Itinerario della memoria a Venezia tra pietre d’inciampo e testimonianze”, frutto del progetto condotto dalla loro insegnante Giusy Grespi, sono stati i vincitori del premio di 3 mila euro della prima edizione del Concorso “I Giovani, nuovi testimoni della memoria”, rivolto a tutti gli studenti del triennio superiore di scuola secondaria di secondo grado del Veneto. Il Concorso è stato organizzato dal Consiglio regionale del Veneto con l’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto, nel dare attuazione alla Legge regionale 3 febbraio 2020, n. 5, la prima legge regionale italiana dedicata alla memoria della Shoah.

Le scolaresche premiate sono state accolte nell’aula consiliare di palazzo Ferro Fini, sede dell’assemblea legislativa veneta, dalla vicepresidente del Consiglio regionale, che ha sottolineato nel suo saluto l’importanza del tramandare alle giovani generazioni la conoscenza di quanto accadde, memoria e conoscenze  necessarie per la difesa della democrazia, e dalla professoressa Laura Donà dell’Ufficio scolastico, che ha richiamato i nostri giorni segnati dalla guerra russo-ucraina, dalla presidente della VI Commissione consiliare, la quale non ha mancato di ricordare i valori della legge regionale veneta sulla Shoa.  Il  segretario generale del Consiglio Roberto Valente ha dato lettura delle motivazioni con cui la giuria ha assegnato il primo premio all’istituto Algarotti. “Per coerenza al tema del concorso, esaustività del racconto pur in tempi concisi,  con  continuità stilistica nella riprese e nel montaggio,  riesce a raccontare con efficacia la Shoà vista attraverso le travagliate vicende della comunità veneziana”.

premiazione shoa


Scheda tecnica:

anno scolastico 2021-22
Concorso “I giovani, nuovi testimoni della memoria”- Il mio territorio, la mia città raccontano la Shoà” indetto dal Consiglio Regionale del Veneto in collaborazione con l’Ufficio scolastico Regionale.

Titolo del video premiato: “Itinerario della memoria a Venezia tra pietre e d’inciampo e testimonianze”.

Il video presenta un itinerario della memoria a Venezia. Punto di partenza è il Ghetto, poi seguendo le lapidi e le pietre d’inciampo, si ricostruiscono i tragici momenti della persecuzione e della deportazione degli ebrei veneziani. Si raccontano alcune delle loro storie come ad esempio l’eroico sacrificio del prof. Jona. Fondamentale è stata l’opportunità di intervistare Lia Finzi, che subì le persecuzioni razziali ma riuscì a scappare in Svizzera e Maria Teresa Sega, autrice de “Il banco vuoto. Scuola e Leggi razziali Venezia 1938-1945”. Entrambe hanno fornito una testimonianza preziosa di ciò che accadde in città in quei terribili momenti. Nel Video si è ritenuto importante inserire alcuni spezzoni dell’intervista di Lia Finzi che racconta la sua storia a partire dall’allontanamento dalla scuola fino alla fuga in Svizzera, ritenendolo un importante documento per non dimenticare le ingiustizie e le atrocità subite dagli ebrei.


Referente del progetto: Prof.ssa Giuseppina Grespi
Docenti che hanno collaborato: Prof.ssa Bortoli, Prof. Ramazzotto
Classe coinvolta: VF
Testo: a cura di tutta la classe.
Riprese e montaggio video: Tommaso Rosan, Alessia Bettin, Fugazzaro Giada

=> Vedi il video della premiazione pubblicato nel sito del Consiglio Regionale Veneto

=> Vedi il comunicato pubblicato nel sito del Consiglio Regionale Veneto

Ultima modifica il 07-06-2022 da ROBERTO BOTTAZZO